Search Engine Marketing: le attività SEM possono dare una grande spinta al business.
Ecco i consigli di axélero.

Nel mondo dell’online marketing si sente spesso parlare di SEM e della sua importanza, ma non a tutti è chiaro quali siano le attività SEM e come ottenerne benefici. Oggi ci dedichiamo ad una infarinatura generale, prossimamente andremo più in profondità.

Partiamo dal principio: SEM è l’acronimo di “search engine marketing”, si tratta quindi di attività di marketing strategico sui motori di ricerca. Come è noto, e come abbiamo spesso sottolineato in precedenti post, chi cerca un prodotto o un servizio sul web si affida prima di tutto ai motori di ricerca. L’output di tale ricerca sarà fondamentale in tutto il processo di acquisto successivo. La regola d’oro, dunque, sarà quella di “familiarizzare” con i motori di ricerca. Per prima cosa dobbiamo analizzare le necessità. SEO e SEM sono gemelli diversi, non esiste il meglio o il peggio ma la giusta risposta ad una domanda.

Come ottenere visibilità immediata? 

La risposta è: attività SEM. Ovvero promozione di contenuti sui motori di ricerca, attività cioè che hanno come obiettivo principale quello di incrementare la visibilità di un sito web e, di conseguenza, anche di incrementare le visite di utenti e potenziali clienti sul sito.

La più diffusa e conosciuta attività SEM è quella relativa alle inserzioni sui motori di ricerca, ovvero annunci a pagamento che incrementano la visibilità del vostro sito grazie a una posizione privilegiata e maggiormente visibile sulla pagina dei risultati di Google. Il tutto con l’aiuto delle giuste keywords e, meglio ancora, delle competenze tecniche e strategiche di esperti del settore che possano essere in grado di ricostruire e prevedere le opzioni di ricerca che più si sposano con il vostro ambito di riferimento o con la vostra offerta. Selezionare keywords sembra semplice. Se produco scarpe ho già dieci parole identificative che utilizzo quotidianamente nella mia attività. Non è così. In primo luogo perché quelle parole saranno esattamente le stesse per tutti i competitors, quindi sulle stesse parole ci sarà enorme concorrenza e costi molto elevati. In secondo luogo poi, non è detto che corrispondano alle ricerche effettuate dagli utenti. Poi, Google (per fare l’esempio del più noto) recentemente ha effettuato diversi cambiamenti e modificato la struttura della SERP e, di conseguenza, la search experience. 

L’opzione Adv non è esclusiva dei motori di ricerca. Attività SEM da non sottovalutare è la pubblicazione di inserzioni sui social media. Anche in questo caso l’obiettivo è quello di ottenere una buona visibilità in tempi brevi e, se si è in grado di pianificare una buona campagna rivolgendosi al giusto target, i risultati possono essere davvero straordinari. Come abbiamo evidenziato in un precedente post dedicato agli annunci sponsorizzati su Facebook, anche questo è un tipo di attività che può risultare davvero molto utile per il proprio business. Le campagne improvvisate e realizzate con poca cognizione del mezzo e delle opportunità di marketing, portano spesso a risultati non soddisfacenti e alla spesa, inutile, di un budget più alto del dovuto.

Oltre ai Google Adwords e agli Adv su Facebook, Twitter, Instagram o Linkedin, non devono essere dimenticate anche altre attività SEM. Alcune forniscono risultati tangibili ed immediati, altre sono più legate ad un concetto di marketing più puro e servono quindi per costruire una strategia generale.
Alcuni esempi?

Monitoraggio del brand, l’analisi del sentiment sui motori di ricerca. A cosa serve? Perché affidarsi al web e non ad una ricerca di mercato? Semplice, gli utenti vi forniscono sempre un feedback, anche se non sembra. Il web vi mette a disposizione questi feedback in tempo reale… non male, eh?

Costruzione del vostro database, sfruttando i motori di ricerca come canali d’ingresso per le vostre promozioni. Se abbiamo una promozione in essere può essere utile, oltre a generare fatturato, raccogliere dati sugli utenti che accettano di condividere con noi informazioni per ricontattarli in futuro?
Anche questa è attività SEM.
E se l’utente che accede alla nostra offerta dovesse atterrare su una pagina che, oltre al prodotto scontato, contiene altri prodotti a prezzo pieno, quale sarebbe il risultato? Maggiore acquisti? Maggiore penetrazione sul sito? No, perché tutti siamo utenti. E quando cerchiamo qualcosa e accediamo ad una pagina vogliamo trovare quello che stavamo cercando. E allora per ottimizzare la nostra offerta con attività SEM creeremo una pagina vetrina (landing page).

Il SEM è un argomento vasto e le attività SEM sono molteplici e con finalità differenti, ma non necessariamente da utilizzare separatamente. Un ultimo esempio che racchiude quanto detto fino ad ora. Se il nostro prodotto non sta ottenendo i risultati sperati, avviando una strategia SEM potremo verificare cosa non va (monitoraggio del brand), creare un’offerta per incoraggiare nuovi clienti e collegarla ad una pagina vetrina con modulo di registrazione (costruzione database + landing page design), investendo in visibilità sui motori di ricerca (con Adv) per aumentare la diffusione. 

Potrebbe essere interessante per il vostro business? E non vi abbiamo ancora parlato di Lead Generation…
…Stay tuned!