Facebook, YouTube, Instagram e Twitter: live audio e altre novità social che preannunciano sorprendenti evoluzioni


► FACEBOOK

Post colorati

Gli utenti che hanno un device Android con app di Facebook versione 106.0.0.26.68, possono già utilizzare la funzione che permette di pubblicare post/status su sfondo colorato, e progressivamente sarà a disposizione anche di iPhone, iPad e desktop. Il colore è applicabile esclusivamente a post di testo, non a foto e video. Come? Quando si vuole scrivere un post, insieme alla tastiera, appare una riga di cerchi colorati tra cui poter scegliere la tonalità dello sfondo sul quale si vedrà il testo, che verrà visualizzato decisamente più grande del solito.

Dirette audio

Da inizio anno tutti gli utenti di Facebook potranno usufruire del servizio di Diretta Audio, testato dai grandi editori a fine 2016. La funzione “Live Audio” nasce dalle considerazioni fatte sui tanti video creati con una foto o un fermo immagine e pubblicati in realtà solo per poter condividere un contenuto audio.

 

Migliora la privacy di Find Friends Nearby

La funzione per cercare “Amici nelle vicinanze” è stata recentemente migliorata da Facebook, soprattutto per tutelare la privacy degli utenti. Non è più possibile avere con precisione la posizione di una persona collegata all’interno di una mappa, ma soltanto la sua distanza approssimativa.


► INSTAGRAM

Nuove opzioni per le Stories

La nuova opzione “Hands Free” consente adesso di avviare la registrazione di un video con un solo tocco. È possibile aggiungere testo sulla foto o sul video semplicemente toccando il pulsante di testo, che può essere posizionato e ingrandito a piacimento, anche con a capo automatico. Infine, su iOS è ora possibile salvare l’intera storia come un unico video.
Accanto al testo e agli strumenti di disegno c’è anche un nuovo pulsante per gli stickers. Toccando la faccina si hanno a disposizione adesivi personalizzabili. Le persone che guardano la storia saranno in grado, toccando l’adesivo, di ottenere ulteriori informazioni sulla posizione dell’utente. È anche diventato più facile realizzare i propri stickers, scegliendo dimensioni, rotazioni e diversi stili: ne possono essere aggiunti un numero libero per ogni storia.

Nuove opzioni per i commenti

Sono arrivati i “cuoricini” per poter dimostrare l’apprezzamento ad un commento. In più, è possibile anche disabilitare i commenti prima della pubblicazione del singolo contenuto (foto o video) passando attraverso le impostazioni avanzate e selezionando “Disattiva i commenti”. Si può eventualmente riattivarli seguendo lo stesso iter.

Cattura foto da pc

Il percorso di Instagram come social nativo per mobile sta virando poco alla volta verso una maggiore fruibilità anche da pc. In quest’ottica l’ultima versione del social ha introdotto, per alcuni utenti, la possibilità di catturare foto e video tramite la webcam del computer. Appare, esattamente come sulla mobile app, l’icona del tasto nella parte superiore dello schermo.


► TWITTER

Video streaming, senza Periscope

Il social network dei cinguettii sta bypassando l’utilizzo di Periscope per le dirette video in streaming. L’annuncio è stato dato sul blog ufficiale con l’hashtag #GoLive e la novità raggiungerà man mano tutti gli utenti. È possibile toccare l’opzione “LIVE” per la composizione del tweet e si verrà mandati direttamente alla schermata della camera con cui cominciare la riprese con un semplice tap su “Go Live”, il tutto rimanendo in-app, senza dover avere nemmeno l’account su Periscope. Appena si è in diretta, chiunque su Twitter e Periscope può unirsi al video dal vivo e partecipare con commenti e reactions a cuore.

Notifiche push per le news

Sembra che Twitter stia testando un servizio di notifiche push in caso di breaking news. La conferma è arrivata durante i recenti tragici avvenimenti di Berlino e, ancora prima, alla notizia della morte del leader cubano Fidel Castro: alcuni utenti hanno ricevuto una notifica di riassunto di quanto stava accadendo attraverso la funzione Moments. Cliccando sulla notifica stessa, gli utenti venivano convogliati in una sezione di Moments che raccoglieva i tweet relativi all’argomento. La sua introduzione su larga scala sembra ormai prossima.

 

YOUTUBE

Video a 360° su Playstation VR

Realtà Virtuale caricata su YouTube e PlayStation cominciano finalmente a parlarsi. Grazie all’aggiornamento della release 1.09 dell’applicazione, sarà possibile usufruire dei video a 360° presenti su YouTube attraverso il visore della VR dell’azienda giapponese. Termina dunque la mancata compatibilità che aveva creato non pochi malumori.

Youtubers: “ridateci i followers”

Si muovono i nomi grossi del social dei video per lamentarsi con “l’editore” della sparizione di followers che ha scaturito di conseguenza un vistoso calo di visualizzazioni dei propri video. Prima PewDiePIe (50 milioni di followers + 14 miliardi di visualizzazioni) e poi Ethan Klein: lamentano cancellazioni di massa dai canali e segnalazioni di utenti che non trovano più i video dei loro youtubers preferiti. Dal canto suo, YouTube conferma di compiere le solite azioni di tutela, con rimozione dei sottoscrittori di spam, per la correttezza dei numeri degli iscritti.

 

► CURIOSITÀ

Baitj: pulizia sui social

“L’unica esca in grado di recuperare ciò che hai condiviso sui social”: si presenta così Baitj, l’app che consente di andare a ripescare nei propri profili Facebook, Twitter, Instagram e Google Foto, quei vecchi post a cui si è particolarmente legati o che si vorrebbe far sparire dalla circolazione. Una volta collegato ai diversi profili, è possibile impostare una ricerca per parole chiave e filtrare la tipologia di contenuto da indagare tra foto, video e status. La ricerca può essere fatta su tutti i profili o soltanto su quelli selezionati. C’è anche l’opzione “random search” che pesca a caso un post al giorno. In totale le ricerche gratuite sono tre ogni 24 ore, ma è possibile acquistare differenti pacchetti di esche.

Controlli sui social per entrate in usa

Tra le procedure da seguire per l’ingresso negli Stati Uniti, il governo americano ha aggiunto qualche giorno prima di Natale il controllo dei profili social. Il programma di monitoraggio del Customs and Border Protection chiede agli stranieri che fanno domanda di ammissione online con l’Electronic System for Travel Authorization (Esta) di fornire i nomi utenti dei propri profili social. La decisione ha sollevato polemiche sulla violazione della privacy e della libertà d’espressione.