Facebook Apple Tv, nuovi feed di LinkedIn e televisioni che fanno capolino nelle strategie di diversi social network.


► FACEBOOK

Nearby vietata

Gli italiani non potranno utilizzare la funzione “Nearby” di Facebook, lo ha deciso con una storica sentenza il Tribunale di Milano che ha condannato il colosso di Menlo Park per violazione dei diritti d’autore. Troppo simile infatti a “Fararound”, una app che l’italiana Business Competence aveva proposto già nel 2012 al social network americano senza ricevere risposta, ma trovandosi di fronte dopo qualche anno quello che secondo la giustizia del nostro Paese è un clone a tutti gli effetti.

Notification Tab

Non è ancora chiaro se la comunicazione grazie alla Notification Tab sarà più facile o più invasiva: di certo c’è che è arrivato un altro strumento che vorrebbe agevolare l’interazione tra gli utenti su Facebook. Non ancora disponibile per tutti, fa comparire una finestra del tutto simile a quella di Messenger ogni volta che qualcuno risponde a un commento o tagga l’utente: l’intento è di consentire un più rapido scambio di battute ma il rischio è che il numero di notifiche ecceda la quantità sostenibile. Può in ogni caso essere disabilitata.

Facebook Apple Tv

Dall’inizio di marzo è stata lanciata l’applicazione Facebook Video per il set-top box Apple TV, che consente la fruizione di contenuti video e live che provengono dal newsfeed dell’account, quindi dalla rete di amici e dalle pagine seguite. È possibile che in futuro siano disponibili contenuti premium. Per ora, dopo l’accesso tramite il proprio account, sono disponibili contenuti divisi in sei sezioni: i live più popolari della propria rete, gli ultimi caricati, i video salvati, quelli consigliati e quelli guardati di recente, con visualizzazione a schermo intero predefinita e riproduzione automatica. Facebook Video è disponibile gratuitamente sullo store di Apple TV.

► INSTAGRAM

Dirette in salvo

Non saranno più contenuti “volatili” quelli delle dirette video di Instagram, grazie all’ultimo aggiornamento disponibile per iOS e Android. Si potrà salvarli appena terminata la diretta stessa in streaming, ma non sarà in ogni caso disponibile avere il counter di commenti, reazioni e visualizzazioni.

Filtro per immagini forti

Se le immagini contenute nei propri scatti sono particolarmente forti o impressionanti (anche se non violano le linee guide del social network), da oggi con Instagram è possibile offuscarle con un filtro temporaneo con effetto sfuocante. Il filtro è rimovibile toccando la fotografia: entro l’inizio di aprile dovrebbe essere a disposizione di tutti gli utenti.

► RUMORS

Arriva anche Apple?

Forse quelli di voi che hanno un account iTunes se ne saranno accorti. Con la nuova versione del programma è comparsa per un breve periodo la voce “Show on Profile Page” nella schermata principale, poi scomparsa con un aggiornamento successivo. Rimane una traccia del possibile arrivo in tempi brevi del nuovo social network firmato Apple, di cui si parla da diversi anni.

Snapchat e Twitter si danno alla televisione?

Fusione o acquisizione: da queste voci che sembrerebbero legare i destini futuri di Snapchat e Twitter, potrebbe nascere una televisione specializzata nella trasmissione di manifestazioni sportive. Questi rumors che accompagnano i due social network sono avvallati dai recenti contratti sottoscritti da entrambi con alcune delle principali leghe americane, come la NFL, la lega professionistica di Football Americano.

► TWITTER

Versione Pro a pagamento

E sempre a proposito di Twitter, e del tentativo di Jack Dorsey di creare nuovi scenari per la sua creatura dalla crescita non in linea con i competitor, sembra prendere corpo l’opzione di una versione premium del servizio, che offra funzioni a pagamento esattamente come già sta facendo LinkedIn ad aziende e professionisti. Questo avverrebbe attraverso la dashboard tweetdeck, che ne consente una gestione manageriale per la programmazione e l’interazione.

► LINKEDIN

Trending storylines

Tra le novità social più recenti, troviamo anche i trend che entrano nel feed di LinkedIn proponendo all’utente le principali notizie del giorno. Le storylines sono state pensate per cominciare con un breve riassunto delle notizie, seguito da quello che sul blog del social network viene definito un articolo “must-read”. “Nel corso dell’ultimo anno, abbiamo completamente ricostruito l’esperienza del feed di LinkedIn – annunciano dal social network “cercalavoro” – Lo abbiamo riprogettato da zero in modo da poter curare appieno la vostra esperienza professionale e per tenervi informati sulle migliori conversazioni da parte di persone che seguite e delle loro connessioni. Abbiamo visto una crescita del 40% delle sessioni e il traffico sulle pagine di alcuni dei nostri principali editori è raddoppiato o triplicato”. Le storylines saranno accessibili da una nuova tab “Trending”, disponibile sia nella versione mobile sia in quella desktop.

► YOUTUBE

YouTube Tv

L’idea di aprire una televisione sembra contagiare diversi attori del mondo dei social network. Non poteva di certo mancare YouTube – che sui video ha costruito la sua storia prima di tutti gli altri – che ha infatti annunciato il lancio di una live TV che comincerà le sue trasmissioni tra qualche mese per gli utenti degli Stati Uniti, proponendo un abbonamento non esattamente economico di 35 dollari mensili (ma per sei account) che darà però accesso a decine di canali televisivi, tra cui i colossi CBS, ABC, Fox e NBC, oltre ai canali via cavo ESPN, MSNBC e Fox News. Sarà inoltre possibile creare pacchetti modulari per i singoli clienti.