L’e-commerce conduce le PMI europee verso la crescita e l’export

Secondo il recente studio UPS sull’export delle PMI europee, basato su interviste fatte a 10.717 titolari e dirigenti di piccole e medie imprese dell’Unione Europea (Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia e Regno Unito), le PMI che esportano riscontrano una crescita più rapida con notevoli vantaggi competitivi.  La ricerca si è proposta sia di identificare i trend e le opportunità per l’export, sia di evidenziare gli ostacoli che ne rallentano la crescita. Le principali evidenze emerse dallo studio condotto da UPS sono che:

  • le medie imprese sono le PMI più inclini all’esportazione;
  • l’esportazione viene spesso associata a un fatturato più elevato;
  • le vendite business-to-business dominano il panorama dell’esportazione delle PMI;
  • l’e-commerce sta crescendo e diventando uno dei principali elementi di sviluppo delle esportazioni delle PMI europee;
  • le richieste dei clienti stanno spingendo le PMI europee ad avviare attività di esportazione;
  • l’innovazione è la principale priorità di business per le PMI esportatrici.

Il canale di vendite online diventa dunque, secondo lo studio, un fattore trainante per le PMI esportatrici. Le vendite tramite il sito e-commerce aziendale aumentano grazie agli enormi vantaggi offerti dell’e-commerce. Ecco perché in questo processo sono fondamentali realtà come UPS, che aiuta lo sviluppo delle PMI europee offrendo importanti opportunità grazie a partnership e soluzioni di logistica, ma anche come axélero, Internet Company che offre servizi di marketing digitale per piccole e medie imprese  con un’offerta di prodotti e servizi di eccellenza assoluta, tra i quali anche la creazione di siti e-commerce con funzionalità multilingua proprio per andare incontro alle PMI che intendono dialogare con i mercati esteri, oltre a quello italiano.

Secondo la ricerca UPS, le PMI europee  esportatrici sono solitamente più propense a vendere online che attraverso qualsiasi altro canale. L’uso dei canali di vendita online da parte degli esportatori aumenta poi notevolmente di anno in anno: in quasi tutti i mercati europei le vendite online sono raddoppiate nell’arco di un solo anno. Mediamente il 53% delle aziende in tutti i mercati vende tramite i canali online, e il 38% delle aziende PMI esportatrici ritiene inoltre che la vendita online tramite il proprio sito web e-commerce sia attualmente il canale di vendita più importante e proficuo.

La domanda dei clienti all’estero è la leva che ha scatenato la crescita dell’esportazione e l’e-commerce ne è il vero e proprio catalizzatore. Le aziende iniziano a esportare, infatti, per rispondere alla domanda dei clienti e la crescita nell’uso dei canali online per l’esportazione è uno dei risultati più chiari dello studio UPS. Le PMI europee continuano a esportare principalmente in Europa, mentre il mercato non europeo più importante è rappresentato dagli USA.

Si può dire dunque con certezza che il settore delle esportazioni delle PMI europee stia maturando. Gli esportatori stanno adottando nuove tecnologie, si stanno preparando alla crescita e cercano modi innovativi per svolgere la loro attività. Un trend che è destinato a crescere esponenzialmente anche durante i prossimi anni e che rende necessario per le piccole e medie imprese l’aiuto di partner per quanto riguarda la logistica, ma anche e soprattutto di partner per il digital marketing, come axélero, per la creazione di una buona strategia di sito e-commerce e visibilità online che possa garantire degli ottimi risultati nel tempo.