In passato i nostri acquisti avvenivano nelle piccole botteghe sotto casa: avevamo ben a mente il nome del proprietario, che a sua volta conosceva le nostre abitudini ed era un perfetto assistente per i nostri acquisti. Oggi, grazie all’avvento delle nuove tecnologie, anche i negozi possono ambire ad avere un rapporto di fiducia e duraturo con i propri clienti. Ciò a cui puntano le grandi aziende, con l’aiuto delle tecnologie digitali, è porre il consumatore al centro di una vera e propria esperienza.
In quello che resta uno snodo fondamentale nella relazione fra azienda e cliente, il negozio diventa un vero e proprio luogo da vivere, in grado di offrire un’esperienza sempre più unica al consumatore.

Customer experience: arrivano gli store intelligenti

Esperienziale, immateriale ed emozionale: sono queste le parole chiave per lo store del futuro.
L’obiettivo è quello di mettere al centro il consumatore immergendolo tra design e tecnologia, in spazi accoglienti e flessibili, che diventano mutevoli e parlanti grazie all’utilizzo di nuove tecnologie.
Il momento fondamentale su cui concentrarsi non è più solo quello dell’acquisto, ma tutto il percorso associato alla customer experience. Il cliente non compra più per necessità, ma per soddisfare un desiderio, alla costante ricerca di prodotti sempre più personalizzati.
Grazie alla digital transformation, l’omnicanalità arriva anche negli store ed il consumatore avrà quindi la possibilità di avere a portata di mano un vero e proprio assistente.

Un esempio? Tramite i touch screen si possono consultare i dati sui capi scelti o richiedere un cambio di misura, oppure cercare nel catalogo un altro pezzo da abbinare: è questo il caso di Massimo Dutti. Gli store del futuro, quindi, oltre a essere un canale per la vendita diretta, saranno il luogo di riferimento per reperire informazioni, nonché ambiente privilegiato per la relazione brand/consumatore.
I negozi fisici diventano luoghi da vivere, posti da visitare: l’acquisto, d’ora in poi, sarà “solo” una logica conseguenza.

Store del futuro - Customer experience

Store del futuro – Customer experience

Store innovati e dove trovarli

Si chiamano Concept store e Temporary Shop, le due tipologie di store che si distinguono per design ed utilizzo della tecnologia. Il primo è molto più di un semplice negozio: lo spazio, infatti, offre alla clientela diverse occasioni di intrattenimento, in cui costruire percorsi esperienziali personali con la marca. Il Temporary Shop, invece, è un punto vendita che viene aperto per un determinato periodo di tempo, al fine di pubblicizzare un brand o un prodotto. Ecco alcuni esempi di concept e temporary store:

  • Adidas Knit For you: Dal dicembre 2016 al marzo 2017 Adidas, a Berlino, ha proposto Knit for You, un temporary shop basato sulla personalizzazione, permettendo ai clienti di realizzare da sé i propri maglioni.
  • Per gli amanti della natura è il Wildernis, nel centro di Amsterdam, a portare il verde in città con libri, riviste, fauna selvatica e perfino gioielli ispirati al mondo vegetale. Il concept store per gli amanti della natura creato da due piccole imprenditrici locali.
  • A Milano, invece, apre il primo Starbucks in Italia. Nella sua versione Reserve roastery, che per dimensioni e qualità non sarà uno store come gli altri: l’espresso al prezzo di 1,80€ riflette l’esperienza premium che offre ai propri clienti.

Omnicanalità: il digitale è la chiave vincente

Negozio fisico ed e-commerce si fondono in una sola parola: omnicanalità. Per il consumatore si prospetta un’esperienza multicanale, con la possibilità di acquistare i prodotti sia attraverso il negozio fisico che in quello online in modo parallelo. Un enorme vantaggio per i consumatori, ma anche per l’azienda che, entrando in possesso dei dati dei propri clienti, ha la possibilità di instaurare un rapporto di fiducia e duraturo con il consumatore, attraverso l’utilizzo di tutti i touchpoint digitali.

Come far tornare i clienti in store o condurli all’acquisto online? Ad esempio, inviando newsletter ed e-mail con offerte personalizzate: dare agli utenti coupon e offerte speciali, personalizzate sulla base delle abitudini d’acquisto, è la chiave per la customer loyalty.
Inoltre, usare i social media per attività di brand awareness e campagne di Remarketing, indirizzandole verso il target che si è dimostrato già interessato ai propri prodotti, aumenterà il numero di conversioni o gli acquisti direttamente sul sito web. Gli store diventano intelligenti ed i touchpoint si moltiplicano: l’esperienza in store è sinonimo di unicità. 

Per dare visibilità al tuo store ed aumentare le visite nel tuo negozio fisico è necessario manifestare la presenza online nel modo corretto. Non aspettare oltre, dai il via alla digital transformation, scegli axélero!

 

Vuoi diventare cliente axélero? Compila il form e sarai ricontattato al più presto.


  • * Campi obbligatori

    Con l’inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati