L’innovazione tecnologica ha modificato totalmente le nostre vite e la modalità con cui affrontiamo ogni tipo di situazione, compreso il rapporto tra medico e paziente. Nell’era dell’informazione h24, tutti noi siamo alla costante ricerca di contenuti per far fronte ai nostri disturbi di salute: informazioni su sintomi, patologie e specialisti del settore.

Paziente e Doctor Google: un incontro sempre più frequente
Con l’avvento di internet, ogni utente ha sempre una soluzione a portata di mano per qualsiasi tipo di problema. Lo stesso accade per sintomi o patologie: basta una semplice ricerca e tutto è apparentemente risolto.
Accade sempre più spesso che ci si fidi di “Doctor Google”, piuttosto che passare del tempo nella sala d’attesa di un piccolo studio medico. Cercare un rimedio naturale o un farmaco adatto alla circostanza è la prima azione che una persona compie non appena accusa un fastidio anche banale. Inoltre, è sempre più frequente la ricerca di uno specialista da contattare o di una community con cui condividere senza disagi i disturbi connessi a una malattia.

Sembra che il ruolo del medico abbia lasciato un vuoto e che debba crearsi un nuovo spazio all’interno di della relazione col paziente. La digital health interviene a dare un nuovo equilibrio al rapporto e facilitando la vita di medici e pazienti.

Digital Health: perché la risposta è sì
L’espressione digital health significa letteralmente salute digitale, ossia l’introduzione di tecnologie digitali nella prassi clinica – per i medici – e nell’approccio alle terapie – per i pazienti. Gli esperti la definiscono come la medicina del futuro, ormai molto più che prossimo: attuale.  
Sono molti gli strumenti che permettono una migliore gestione del paziente, dalla prevenzione di specifiche patologie fino al monitoraggio dell’osservanza terapeutica. I punti di connessione nei vari passaggi, attraverso le interazioni e le comunicazioni tra medico e paziente, generano una mole straordinariamente corposa di informazioni: i big data.

Telemedicina, fascicolo sanitario elettronico, ricetta elettronica, certificato telematico di malattia: sono solo alcuni dei più noti strumenti di digital health che, grazie ai processi di automazione e archiviazione dei dati, consentono agli specialisti della salute di offrire ai propri pazienti terapie sempre più personalizzate.
In questo nuovo scenario, la medicina diventa personalizzata perché pone al centro la persona, prima che il paziente, dunque i suoi disturbi di salute ma anche le sue abitudini e il contesto sociale di appartenenza: alimentazione, wellness, stato cognitivo, ecc.

Le tecnologie digitali servono ai medici essenzialmente per contribuire a migliorare la salute e la qualità della vita delle persone. Il web accessibile, infatti, permette ai medici di essere in comunicazione costante con il paziente, per continuare ad affermare la propria autorevolezza sulle informazioni provenienti da fuorvianti e repentine ricerche sul web che inducono a pericolose cure fai-da-te.
Allo stesso tempo, pur consapevoli dei vantaggi che la trasformazione digitale apporta alla propria professione, i medici hanno bisogno di orientarsi in questo nuovo scenario per poter cogliere al meglio le potenzialità della digital health.

 

I vantaggi per i medici: I vantaggi per il paziente:
  • Migliore gestione dei pazienti e dei suoi dati
  • Migliore comunicazione: un rapporto costante e più empatico
  • Miglior controllo della salute del paziente: la prevenzione è la migliore cura
  • Opportunità di crescita per lo studio medico
  • Una migliore gestione della giornata lavorativa
  • Maggiore assistenza: si moltiplicano i canali di comunicazione
  • Maggiore empatia: contatto diretto e sempre più frequente con il proprio medico
  • Prevenzione: facilitare la prescrizione di cure preventive  
  • Maggiore soddisfazione e quindi maggiore fiducia
  • Meno ricoveri ospedalieri

 

Digital Marketing: dallo stetoscopio al sito web.
Comunicare un sintomo, prescrivere delle cure, prestare assistenza sono azioni abituali di medici e pazienti, ma farlo in tempo reale rende più empatico ed efficiente il rapporto.
Ecco i principali strumenti di digital marketing a disposizione del medico che vuole migliorare il proprio lavoro e la vita del paziente:

  1. Sito Web ottimizzato per essere trovato laddove i pazienti lo cercano tra i primi risultati su Google.
  2. Un blog per raccontarsi e dimostrare la propria competenza professionale generando fiducia.
  3. Social Network per informare i pazienti con foto, video e racconti.
  4. Una scheda Google My Business per riunire in un solo strumento tutte le informazioni di cui ha bisogno il paziente o l’utente che cerca un medico online: indirizzo, sito web, contatto telefonico, giorni e orari di ricevimento, recensioni…
  5. Un database per gestire dei dati e le schede dei pazienti in modo semplice e veloce.
  6. Campagne Google AdWords & Facebook Ads per incrementare la visibilità sul web e il numero di pazienti.
  7. E-mail marketing per inviare newsletter periodiche a contatti selezionati in mailing list.
  8. I coupon promozionali: per premiare chi si affida a uno specialista con sconti sulle visite o sugli esami più frequenti.
  9. Le recensioni per accogliere i feedback positivi che generano fiducia – quindi nuovi pazienti –  e quelli negativi, per chiarire il proprio punto di vista mostrando apertura all’ascolto anche delle critiche.

L’utilizzo di questi tools da parte degli studi medici è confermato dalle ricerche statistiche di GfK.
Secondo i dati condivisi, quasi la metà dei medici di medicina generale dichiara di comunicare abitualmente con i pazienti via email (46%), via WhatsApp (44%) e via SMS (40%). Importante è anche il ruolo delle App, che vengono utilizzate oggi da circa il 73% dei medici di medicina generale e dell’81 degli specialisti.

I supporti digitali hanno ribaltato il classico rapporto medico-paziente spostando il primo punto di contatto dallo studio medico allo schermo di uno smartphone o di un desktop. La digital health crea maggiori occasioni per ottimizzare il tempo di cura, aumentare le interazioni, conoscere più dettagli del vissuto emotivo e quotidiano: tutti elementi che contribuiscono ad alimentare un rapporto proficuo per il medico ed efficace per il paziente.

axélero supporta il lavoro quotidiano dei medici con soluzioni digitali pensate per soddisfare le esigenze professionali di ogni giorno. Per conoscerle, visita ImpresainSalute, il blog di axélero con numerosi accorgimenti per le PMI del settore salute.