La novità che rivoluzionerà l’e-commerce: con Facebook Vetrina il social più popolare del web non sarà più lo stesso.

Potrebbe essere la svolta per l’e-commerce, un nuovo modo di concepire la vendita online e una grande opportunità per aziende e consumatori: stiamo parlando della feature “Vetrina” che Facebook sta al momento testando e che presto sarà disponibile per tutte le pagine business.

All’interno delle pagine sarà possibile aprire una vera e propria sezione-vetrina con cataloghi di prodotti. Per lanciare il proprio Shop su Facebook basterà attivare la funzione vetrina – come spiegato in questo video ufficiale – e inserire i propri prodotti con le relative specifiche per la vendita. Tutto il processo di acquisto avverrà all’interno della pagina stessa e il pagamento sarà possibile grazie alla partnership tra Facebook e la società di elaborazione pagamenti Stripe (con una commissione del 2,9% + 30 centesimi).

Dire che fino a questo momento non è stato possibile vendere su Facebook non è esatto, infatti numerose aziende hanno lanciato le proprie vetrine appoggiandosi ad app e servizi di terze parti come Shopify, Tiendy, Beetailer, CM Commerce, Shoptab e così via. Il problema principale però era l’impossibilità di fruizione da mobile, escludendo quindi una gran parte di potenziali consumatori. Considerando che l’acquisto online da dispositivi mobili registra una crescita esponenziale soprattutto per prodotti dai prezzi contenuti – come evidenziato dal GlobalWebIndexTrends 2016 – e che più di mezzo miliardo di utenti accedono a Facebook tramite smartphone, l’impossibilità di rendere accessibile il proprio e-commerce anche da mobile risulta oggi un minus estremamente penalizzante.

Facebook Vetrina risponde ad un bisogno già noto, quello delle aziende di connettersi in modo sempre più concreto e misurabile (e non solo relazionale) con i potenziali nuovi clienti nell’ambiente virtuale del social network. Questa novità soddisfa questo innato bisogno di concretezza delle aziende e semplifica il processo di acquisto del consumatore, che può decidere di comprare online in pochi click, rimanendo all’interno della piattaforma, in modo semplice e sicuro. Attivando la propria vetrina sarà finalmente possibile gestire gli ordini senza mai abbandonare la pagina, pubblicare inserzioni sui prodotti in vendita e consultare gli insights del proprio Shop (visualizzazioni, acquisti, click, guadagni, ecc.) con il dettaglio per ogni singolo prodotto inserito. Attenzione però: sugli shop di Facebook è possibile inserire solo beni fisici e non beni o servizi digitali, almeno per il momento.

L’introduzione di Facebook Vetrina ci dà conferma della direzione intrapresa da Zuckerberg, già presente nelle recenti novità come Canvas e i Lead Ads. L’obiettivo è diventato quello di trattenere il più possibile l’utente all’interno della piattaforma mettendolo nelle condizioni di avere a portata di mano tutto ciò che può desiderare: intrattenimento, informazione, brand preferiti… e ora anche lo shopping online.
Questa feature rappresenta l’anello di congiunzione tra il mondo dei social network e quello dell’e-commerce, che darà una notevole spinta allo sviluppo di quello che viene definito F-commerce, il commercio elettronico tramite Facebook.

Guardando oltreoceano, ci sono già delle case histories interessanti: ad esempio BigCommerce, la famosa piattaforma di e-commerce, ha già integrato la nuova funzionalità all’interno del suo pannello di controllo consentendo così a tutti i suoi clienti di vendere direttamente anche sul social network. Tim Schulz, Chief Product Officer di BigCommerce è un grande sostenitore dell’idea che il social commerce aiuti i commercianti a trasformare finalmente l’engagement in guadagno. E come dargli torto.

Cambia quindi il modo di fare e-commerce e cambia, non poco, anche l’esperienza dell’utente. Considerando che il 50% delle persone che visitano Facebook cerca effettivamente informazioni su prodotti, questa nuova opportunità renderà il processo più semplice e concreto per gli utenti-consumatori. Dall’altra parte, le aziende che si sforzano sempre di essere presenti nei luoghi in cui i loro consumatori trascorrono del tempo, avranno adesso la possibilità di passare dalla semplice comunicazione e creazione di contenuti accattivanti alla vendita diretta

Considerando l’ingente numero di ore trascorso mediamente sui social network e in particolare su Facebook oggi, l’opportunità è unica e assai stuzzicante anche per piccoli punti vendita e PMI. Soprattutto queste realtà più piccole potrebbero essere finalmente incoraggiate ad aprire il loro primo Shop online proprio attraverso Facebook, scelta che determinerebbe un grande mutamento di tendenza nella percezione stessa dell’e-commerce. Le grandi aziende già dotate di un e-commerce proprietario si troveranno a dover fare una scelta: far confluire traffico in modo univoco sulla propria piattaforma oppure integrare il proprio business online con questo nuovo canale di vendita. Di sicuro non mancheranno gli scettici, ma è altrettanto sicuro che molti non si lasceranno scappare l’occasione. 

A breve insomma potremmo veder fiorire “negozi virtuali” tra le pagine che seguiamo e, persino, veder nascere numerose nuove pagine di attività che finalmente inizieranno a guardare a questo social network con un interesse tutto nuovo. 

Viene da chiedersi come verrà affrontato questo cambiamento dagli utenti di Facebook, perché se è vero che una gran parte di loro naviga sul social network anche per cercare informazioni sui prodotti, è vero allo stesso modo che gli utenti meno interessati alle opportunità di acquisto potrebbero vedere questa novità come una svolta eccessivamente commerciale. Sarà quindi importante adottare una strategia equilibrata nella gestione del proprio piano editoriale ed evitare di trasformare improvvisamente una strategia relationship oriented in una eccessivamente business oriented. Il successo di una feature di questo tipo dipende anche dall’utilizzo che sapranno farne le aziende, oltre che dall’algoritmo di Facebook. Se questo social network si trasformasse improvvisamente solo in un gigantesco marketplace, probabilmente molti utenti finirebbero per perdere interesse, smettendo di seguire numerose pagine.

Ad ogni modo, oltre agli utenti che entreranno su Facebook per connettersi con i propri amici, con questa novità probabilmente ci saranno numerosi accessi con scopo preciso di acquisto. In alcuni casi potrebbero diminuire, quindi, le visite a siti ed e-commerce ufficiali, perché Facebook potrebbe diventare l’unico punto di contatto tra cliente e azienda. E questo sarà forse uno dei motivi per cui molti grandi brand rinunceranno a questa vetrina tutta social.
Tanti utenti potranno decidere di effettuare un acquisto in modo semplice e immediato, superando la barriera dell’uscita dal social network, la visita di un sito esterno, la registrazione e gli step vari che rischiano di dissuadere. Del resto, sappiamo bene che sul web
semplicità e velocità aumentano le possibilità di conversione.

Noi siamo molto curiosi e in grande attesa del rilascio delle vetrine anche in Italia.
Sarà determinante essere vigili sul mutamento di scenario, sulle case histories di successo e sugli effetti della novità nell’esperienza degli utenti e delle aziende.
Quando Facebook Vetrina sarà disponibile per tutti, dedicheremo grande attenzione al panorama che verrà a delinearsi per comprendere la reale entità della rivoluzione che interesserà il mondo dell’e-commerce e della social experience.
Quando tutto questo accadrà, saremo già pronti a dirvi cosa ne pensiamo in un nuovo post.