axélero: ecco le previsioni per il 2018 sull’ e-commerce mondiale fatte da eMarketer

Secondo eMarketer il 2015 sarà un anno molto importante per l’e-commerce: le vendite al dettaglio in tutto il mondo, considerando oltre a quelle all’interno dei punti vendita anche quelle provenienti da e-commerce,  raggiungeranno i 22.492 miliardi di dollari. Una crescita inarrestabile che andrà avanti fino al 2018, in cui si potrebbero addirittura raggiungere  i 28.300 miliardi di dollari.  Tali previsioni sono state fatte da eMarketer tramite degli studi sui trend economici, tecnologici e di predisposizione dei consumatori; analizzando dati qualitativi e quantitativi provenienti da ricerche aziendali e report di vari siti di vendita online.

Tornando indietro ai dati dello scorso anno, invece, possiamo dire che nel 2014 l’e-commerce, a livello mondiale, ha raggiunto il 5,9% del totale del mercato di vendita al dettaglio; ma è previsto un grande incremento che porterà a raggiungere la quota dell’8,8% entro il 2018. All’interno di questa percentuale è bene considerare che la più grande parte è costituita da Cina e USA, che insieme già costituiscono ben il 55% delle vendite online al dettaglio nel mondo.

Secondo le previsioni di eMarketer infatti la Cina, entro il 2018, dovrebbe riuscire a superare i 1.000 miliardi di dollari per le vendite al dettaglio  tramite e-commerce. Seguiranno gli Stati Uniti con  un totale di quasi 500 miliardi di dollari e poi il Regno Unito, in cui, secondo le previsioni, più del 73% della popolazione farà acquisti online

L’Italia ovviamente non è nemmeno paragonabile purtroppo nè alla Cina nè a USA e UK.  Come abbiamo più volte sottolineato su questo blog, il nostro paese continua a essere ancora in una fase di “scoperta” dell’e-commerce.  L’acquisto online però pian piano sembra svilupparsi e crescere anche in Italia, come hanno evidenziato anche i dati di vendita del Natale 2014,   un vero e proprio record di vendite online che  lascia buone speranze per il futuro e per le attività come la nostra, axélero e tutte le altre che, occupandosi di “soluzioni digitali”,  credono fortemente nel potere del web e nelle potenzialità dell’online retailing, con la speranza che i risultati ottenuti alla fine del 2014 siano solo un punto di partenza e che anche il nostro paese nel 2018 sia in grado di distinguersi per quanto riguarda l’e-commerce.