Creazione e gestione della scheda Google My Business

In un precedente articolo abbiamo visto quali sono gli elementi che determinano la presenza e la visibilità di un’azienda nelle ricerche locali su Google.

Ora vediamo anche come ottimizzare al meglio questi fattori per massimizzare la visibilità della tua impresa.

Google My Business è uno strumento che permette ad attività e organizzazioni locali di gestire la propria presenza online su Google, compresi Ricerca e Maps.

Lo strumento è gratuito e semplice da utilizzare, ma come ogni altro servizio di Google è necessario conoscerlo a fondo e ottimizzarlo per ottenere il massimo della visibilità. Con Google My Business è possibile creare la scheda della propria attività contenente informazioni come l’orario di apertura, il numero di telefono, le indicazioni stradali ed il link al sito web aziendale.
Ecco alcuni dei vantaggi che può darti:

  • Creare e gestire le informazioni che visualizzano gli utenti quando cercano su Google la tua attività, i prodotti o i servizi che offri;
  • Interagire con i clienti rispondendo alle recensioni che vengono fatte sulla scheda Google My Business della tua azienda;
  • Pubblicare foto della tua attività e dei tuoi prodotti;
  • Tenere sotto controllo le statistiche di accesso alla tua scheda, con il dettaglio sulle interazioni ottenute (es: clic sul numero di telefono, clic sul sito, etc.).

Per tutte queste ragioni, creare e tenere aggiornata la scheda Google My Business della tua azienda è fondamentale per la visibilità locale su Google.

Allineamento presenza digitale

La presenza digitale (o digital presence) rappresenta tutta quella serie di informazioni relative ad una specifica attività. In particolar modo, le informazioni di base che caratterizzano un’impresa locale sono nome, indirizzo e numero di telefono (in inglese riassunte come il termine NAP: Name, Address, Phone).

Nell’articolo in cui abbiamo parlato dei fattori di ranking locale è emerso che le citazioni dell’azienda ed i segnali on page siano importanti per la visibilità.

Entrambi questi elementi vengono “validati” da Google grazie ad una corretta presenza digitale.

In parole semplici, più spesso Google trova indicazioni corrette (nome, indirizzo e numero di telefono) sul web in merito alla tua azienda, maggiore beneficio riceverai in termini di ranking. Questo perché dimostri di voler offrire a chi ti sta cercando delle informazioni corrette ed aggiornate (che è poi l’obiettivo principale di Google). La presenza di riferimenti discordanti, al contrario, (es: indirizzo errato sulle mappe, vecchi numeri di telefono, etc.) contribuisce a creare confusione sia per gli utenti sia per i motori di ricerca. Trovare e correggere informazioni errate sulla tua azienda è quindi un’attività fondamentale per migliorare la visibilità locale.

Ottimizzazione sito web in ottica locale

Nei vari studi di Google, si evince che la maggior parte degli utenti effettui ricerche locali da smartphone. Per questo, uno dei fattori principali per la visibilità locale è avere un sito web che sia fruibile da dispositivi mobili.

Questo vuol dire che il sito non solo deve adattarsi al dispositivo dal quale viene visualizzato, ma deve anche essere veloce nel caricamento (gli smartphone nella maggior parte dei casi utilizzano connessioni più lente di altri dispositivi) ed offrire informazioni rilevanti per chi lo consulta da mobile (es: telefono ed indirizzo ben visibili).

Tre consigli per ottimizzare la visibilità locale della tua impresa


1. Tieni sotto controllo le informazioni della tua azienda

Immagina che si sta avvicinando il Natale e che ti stai preparando ad andare in vacanza per qualche giorno. Cosa fai con il tuo negozio reale? Prepari un cartello che riporti le date dei giorni di chiusura e lo appendi fuori dalla serranda. Questo approccio va “traslato” anche nel mondo online.
Se durante l’anno effettui dei cambi di orario (estivo, invernale, etc.) o prevedi dei giorni di chiusura straordinari, assicurati di aggiornare le informazioni sulle tue “proprietà online” (es: sito, social, scheda Google My Business, etc.).

Se hai un ristorante e nel corso dell’anno aggiungi un nuovo piatto al tuo menù, assicurati di inserirlo anche sul tuo sito e su tutti i canali online in cui il tuo locale appare. Questo ti aiuterà a mantenere informazioni corrette, aggiornate e guadagnare maggiore visibilità.

2. Ottieni il massimo dalle opinioni dei clienti

Secondo un recente studio di Brightlocal.com, il 74% dei consumatori intervistati dicono che le opinioni positive contribuiscono a rendere affidabile ai loro occhi un’azienda che non conoscono. Sempre secondo questo studio, 7 clienti su 10 affermano di lasciare recensioni alle attività quando gli viene chiesto esplicitamente.

Non attendere che siano i tuoi clienti a lasciarti una recensione, ma fai in modo di stimolarli a lasciarti dei feedback offrendo magari in cambio qualcosa (es: un buono sconto): questo aspetto aumenta la credibilità della tua azienda anche agli occhi di Google.

3. Rimani aggiornato e sfrutta le novità

La SEO Locale è in costante evoluzione e quello che è valido oggi potrebbe non essere più efficace domani. Per questo è fondamentale che tu rimanga aggiornato su quelle che sono le novità del mondo digitale in modo da poterle sfruttare al meglio e a tuo vantaggio.

Il blog di Google per le PMI (in lingua inglese) è una buona fonte di informazioni sulle novità rilasciate per le aziende. Ad esempio, a giugno 2017 Google ha introdotto la funzione Post per le schede My Business grazie alla quale è possibile, per i proprietari di attività, inserire eventi, prodotti e servizi sotto forma di post pubblicati direttamente sotto la scheda dell’azienda.

Sfruttare da subito le novità utili a migliorare la visibilità locale ti permetterà di differenziarti dai tuoi concorrenti e perfezionare continuamente la presenza online della tua attività.

 

 

Stefano Salustri
Digital Sales Trainer axélero