Fare pubblicità su YouTube può rappresentare una grande leva di marketing per le PMI italiane: andiamo ad analizzare come e perché.

Visibilità. Tutti ne hanno bisogno. Ogni attività necessita di comunicare le proprie peculiarità per provare a catturare nuovi clienti. Fino a qualche anno fa si faceva sulla carta, poi sul classico sito internet e adesso sui social media, veri e propri canali per intrattenere i propri fan.

Infatti, quante volte ci è capitato di visitare un la fanpage di un ristorante che pubblica le foto dei suoi piatti o dei video di alcuni eventi? Personalmente una marea di volte, e questo accade sui canali social ritenuti più famosi: Facebook e Instagram.

Può sembrare strano, ma in questo panorama la maggior parte delle piccole medie imprese si perde una grande fetta di visibilità. Perché? La risposta è sorprendente: il social media più utilizzato in Italia (da ben due anni) è YouTube.

Da un’accurata analisi di We Are Social & Hootsuite emerge che il social media di proprietà di Google detiene il primato per utilizzo nel nostro paese (62%), lo seguono poi in ordine Facebook (60%), Whatsapp, (59%) Messenger (39%) e Instagram (33%).
 

YouTube e altri social

 

I dati del 2017 di YouTube sono stati impressionanti e avvalorano la tesi che la formula video piace molto agli utenti web: basti pensare che ogni giorno vengono guardati quasi cinque miliardi di video e che il numero di ore di video guardate su YT ogni mese è di 3,25 miliardi. In aggiunta, il 60% delle volte avviene da dispositivi mobili. I video possono essere sfruttati dalle attività per comunicare in pochi secondi le loro caratteristiche ed arrivare subito alla “pancia” del consumatore.

Il Managing Director di Google Italia, Fabio Vaccarono, ha dichiarato ad ottobre 2017 che “Se consideriamo la copertura di YouTube, oggi Youtube sarebbe il quinto canale televisivo in Italia”.

In questo contesto molti brand hanno deciso di sfruttare il social per promuovere i loro beni/servizi grazie gli annunci Trueview.

Cosa sono gli annunci Trueview?

Sono degli annunci che si possono fare tramite lo strumento di advertising Google Adwords: nello specifico consentono agli spettatori su YT di scegliere quali annunci visualizzare e quando.

Esistono due tipi di annunci TrueView:

  • In-stream: vengono visualizzati prima, durante o dopo i video su YouTube o su siti partner video e in app. Permettono agli utenti di saltare l’annuncio dopo 5 secondi e contribuiscono ad aumentare la notorietà del brand e dei prodotti mentre gli utenti guardano un video.
  • Discovery: si mostrano nelle posizioni in cui i visualizzatori scoprono contenuti, quindi tra i risultati di ricerca di YouTube, accanto ai video correlati, sulla home page di YouTube, su siti partner e nelle app. Invitano gli utenti a fare clic su una miniatura per guardare l’annuncio video e consentono di far scoprire questi video a un pubblico interessato.

Una caratteristica molto conveniente di questi tipi di annunci  sta nel fatto che l’inserzionista paga solo quando un visualizzatore guarda 30 secondi il video (o l’intera durata se è più breve di 30 secondi) o interagisce con esso, a seconda dell’evento che si verifica per primo. Di conseguenza, si paga esclusivamente quando un utente decide di interagire con la pubblicità.

Inoltre, la forza di questi tipi di campagne consiste nella targetizzazione: si possono scegliere gli utenti finali in base a dati demografici, geografici e di interesse.

Un esempio di una campagna TrueView di successo è quella che ha effettuato Yoox nel 2017, “It’s now or never”, costituita da una serie di video coinvolgenti, attraverso i quali era possibile comprare alcuni capi e accessori, presentati singolarmente ed una sola volta per la durata di un breve spot YouTube. Il prodotto, una volta mostrato per qualche secondo, veniva distrutto da un laser e l’utente perdeva per sempre sia la possibilità di trovarlo sul sito, sia quella di guardare lo stesso video su YouTube. In questo modo Yoox ha catturato gli utenti in maniera innovativa facilitando la conversione sul proprio e-commerce.

Le potenzialità di YouTube non devono però essere usate solo dai grandi brand, infatti possono essere accessibili a tutti: lo stesso social propone dei case studies di PMI che hanno sfruttato gli annunci  su YouTube per promuovere il proprio business. Una di queste è la Missouri Star Quilt Company che è diventata un’azienda internazionale partendo da un piccolo negozio in una cittadina statunitense (Hamilton). Grazie a un’ottima strategia a base di tutorial e di video sponsorizzati su YT è riuscita a rendere popolare il suo brand in tutto il paese a stelle e a strisce e a far decollare la sua attività. La fondatrice Jenny Doan ha dichiarato che con YouTube, “è riuscita a raggiungere oltre un milione di potenziali clienti e a realizzare più di 14.000 vendite online”.

Qui potete vedere la storia di Jenny e della sua azienda.

Advertising YouTube

Questo è un esempio di come le PMI possono usare questo canale per intercettare, catturare dei nuovi clienti e superare la concorrenza, uscendo un po’ dagli schemi ordinari di digital e social media marketing.
Ricordiamo sempre che nel mondo digitale vige una regola, quella vincente: differenziarsi dagli altri competitor sul mercato. E al momento la maggior parte delle PMI italiane non sfruttano adeguatamente questo strumento. E tu, a che punto sei?

Alberto D’Autilia
Digital Sales Trainer axélero